AVVISO AI NAVIGANTI...: SIAMO ALLA RICERCA DI NOTIZIE DI QUESTI ILLUSTRATORI DI LIBRI PER L'INFANZIA ANNI '50-'60 : MARIAPIA FRANZONI TOMBA; BRUNO TOMBA; ANNA FRANZONI; ITALO ORSI; ROSELLA BANZI MONTI. CHIUNQUE PUO' AIUTARCI NELLA RICERCA DI NOTIZIE(anche la più piccola) PUO' INSERIRE UN COMMENTO IN QUALSIASI POST.

giovedì 13 dicembre 2012

Film Natalizi - LA VITA E' MERAVIGLIOSA

E' il più bello tra tutti i film da rivedere in questo periodo e non solo..
George Bailey  vive nella cittadina di Bedford Falls. Deve rinunciare ai suoi sogni  per gestire con lo zio paterno, Billy,  la  "Bailey Costruzioni e Mutui", una piccola cooperativa di risparmio fondata dal padre Peter.
Questa piccola impresa si trova senpre sull'orlo del fallimento poichè George è sempre disponibile versoi suoi concittadini e amici, cercando di realizzare i loro sogni eaiutandoli nei momenti di difficoltà.
Il ricco Herry Potter, proprietario di una banca  i cui affari non sono del tutto leciti,  con un tranello riesce a creare un grosso debito alla Bailey. Con fatica però George riesce a racimolare l'elevata somma e alla
 vigilia di Natale la consegna allo zio Billy,  da depositare  nella banca. Potter riesce a sottragli il denaro approffittando di un attimo di distrazione dello zio.
George Bailey, cade nella disperazione. Credendosi un fallito pensa che sarebbe stato meglio se non fosse mai nato e medita di  togliersi la vita gettandosi nel fiume. Mentre sta per compiere il folle gesto, appare Clarence  Oddbody, un angelo "di seconda classe"  inviato da Dio, per compiere la buona azione che gli farà guadagnare le ali. Clarence si getta nel fiume e  George si tuffa nel tentativo di salvargli la vita.
Quando, ambedue in salvo, Clarence  lo trasporta indietro nel tempo mostrandogli come sarebbe stato il mondo se non fosse mai nato.
Bedford Falls non sarebbe esistita.  Potter, unico padrone,l'avrebbe chiamata  Potterville, e i suoi concittadini sarebbero vissuti  in case fatiscenti e in miseria; non sarebbe potuto intervenire salvando la vita al fratello Harry, che senza il suo coraggio sarebbe morto annegato ancora bambino, e sua madre sarebbe stata disperata e sola; lo zio Billy senza la sua presenza, avrebbe passato la sua vita in un manicomio; il suo vecchio datore di lavoro, Mr Gower, avrebbe passato la vita in prigione per un avvelemento causato dalla distrazione;  Mary, la sua adorata moglie, non si sarebbe mai sposata  e i suoi quattro figli non sarebbero mai nati .
Alla fine di queste visioni George comprende l'importanza dell'essere nato, prega Clarence di far tornare tutto come era prima.
Clarence scompare: la sua missione è finita. George attraversa il paese correndo verso la sua casa dove trova la solidarietà degli amici e dei cittadini di Bedford che donano ognuno qualcosa.  Abbracciato alla moglie e ai figli, cantando insieme un canto di natale, George ode un campanello suonare: Clarence il suo angelo ha guadagnato le sue ali.

 Altre immagini




















Nessun commento:

Posta un commento