AVVISO AI NAVIGANTI...: SIAMO ALLA RICERCA DI NOTIZIE DI QUESTI ILLUSTRATORI DI LIBRI PER L'INFANZIA ANNI '50-'60 : MARIAPIA FRANZONI TOMBA; BRUNO TOMBA; ANNA FRANZONI; ITALO ORSI; ROSELLA BANZI MONTI. CHIUNQUE PUO' AIUTARCI NELLA RICERCA DI NOTIZIE(anche la più piccola) PUO' INSERIRE UN COMMENTO IN QUALSIASI POST.

venerdì 4 gennaio 2013

EPIFANIA e FESTA dei VIGILI

Vi ricordate il 6 gennaio di un tot di anni fa?
Oltre alla festa dell'Epifania da noi (e penso in tutta Italia) si festeggiavano i vigili.
Nel mio piccolo paese ce n'erano tre: non avevano macchine mi ricordo che passavano con le loro biciclette nere.
Nel giorno dell'Epifania, si metteva accanto alla pedana, nel centro dell'incrocio dei doni. Non so se erano cose personali o se venivano poi dati a terze persone: ma il dono era dato a  loro: un modo per ringraziarli della loro presenza costante, e dei loro interventi in difesa di chi si trovava in difficoltà.
Io ricordo che, facevo la prima classe, ho seguito una mia compagna per un tratto di strada che abitava in direzione opposta alla mia. Arrivata ad un certo punto mi sono messa a piangere perchè mi ero persa. Il vigile che stava facendo attraversare la strada agli altri bambini, mi ha tenuta vicino a sè e rincuorata, finchè non è errivata mia mamma a prendermi.
Oggi  alcuni si lamentano perché non ci sono mai ma io, sono fortunata (?), le volte che ho avuto bisogno di loro li ho sempre trovati.
Negli scorsi anni ho chiamato i vigili perchè ho trovato cani in difficoltà e sono intervenuti subito. Anche quando ho perso il mio gatto, nel 2006, li chiamavo spesso ed erano sempre gentili...
I tempi sono cambiati c'è deliquenza e vandalismo anche nei piccoli centri e il loro lavoro è forse più impegnativo di quello dei loro predecessori.
Sarebbe bello, quindi,  tornare a festeggiare queste figure così  determinanti nella nostra società.
Nel nostro futuro così veloce e caotico, sarebbe bello fare qualche passo indietro e tornare a quel passato meno ricco,  fatto di gesti semplici e belli ma senza dubbio più felice.






Immagini dal web.

1 commento:

  1. Si era una tradizione che è andata scemando verso la fine degli anni 80'. La semaforizzazione degli incroci ha tolto il vigile dal centro stada (e meno male perchè non era una cosa facile e divertente), e a parte il presidio davanti alle scuole per l'entrata e uscita alunni il lavoro era di sorveglianza nel quartiere assegnato e controllo del traffico che andava sempre aumentando. Il vigile che girava a piedi, che dava informazioni, o aiutava come dice Claudia, era benvoluto dalla gente che appunto all'Epifania lasciava qualche dono (di solito panettoni), poi piano piano come in tutte le cose avvengono cambiamenti e ora trovare un viglile appiedato è cosa rara, il contatto con la gente è quasi nullo e se hai bisogno, telefoni e ti mandano una pattuglia....
    Insomma il classico lavora che fanno anche Carabinieri e Poliziotti....
    Mentre il Vigile Urbano era un'alta cosa...........

    RispondiElimina