AVVISO AI NAVIGANTI...: SIAMO ALLA RICERCA DI NOTIZIE DI QUESTI ILLUSTRATORI DI LIBRI PER L'INFANZIA ANNI '50-'60 : MARIAPIA FRANZONI TOMBA; BRUNO TOMBA; ANNA FRANZONI; ITALO ORSI; ROSELLA BANZI MONTI. CHIUNQUE PUO' AIUTARCI NELLA RICERCA DI NOTIZIE(anche la più piccola) PUO' INSERIRE UN COMMENTO IN QUALSIASI POST.

venerdì 16 marzo 2012

PIU' FORTE DELL'AMORE


"Più forte dell'amore" fa parte della terna di film (con "La verità"[B.Bardot] e "Il maestro"[A. Fabrizi])  introvabili, mai ritrasmessi da nessuna rete televisiva, che più mi sta a cuore.
La trama, molto stringata su internet provo a riscriverla (memoria permettendo).
JANE WYMAN
Louise, una giovane vedova e sola, dedica la sua vita ad accudire i figli degli altri iniziando da un maschietto (di cui non ricordo il nome) per finire con Tony. .Con amore li ha allevati tutti soffrendo di vederli poi tornare alle loro famiglie. Così di bambino in bambino passano gli anni.
Quando anche Tony rientra in famiglia Louise è ormai vecchia e sempre più sola. Si rimette alla ricerca di un lavoro e chiede ancora una volta se c'è qualche bambino da curare, ma l'unico lavoro che le viene proposto è di fare le pulizie in una scuola.
Un giorno attraversando la strada rischia di finire sotto a una macchina. Louise decide così di recarsi da un'oculista. Dopo che il medico l'ha visitata, Louise cerca il borsellino per pagare la visita ma la borsa le scivola
e le cadono alcune foto raccolte il un piccolo album. Il medico le raccoglie e guardando quelle foto si riconosce nel primo bambino che Louise ha curato. Louise gli racconta com'è stata dopo di lui la sua vita. Il giovane oculista invita a cena a casa sua Louise. La sera della cena, il medico va a prendere Louise ma quando giungono a destinazione  inspiegabilmente nella casa la luce è spenta.  Ma quando la luce viene riaccesa Louise vede e riconosce tutti i suoi bambini diventati adulti. Il primo bambino aveva rintracciato tutti gli altri,  uno solo mancava all'appello: Tony, quello forse più amato.
Ma il telefono squilla e Tony le comunica che il lavoro l'ha trattenuto ma che presto sarebbe tornato a trovarla. La scena finale è forse la più bella del film. Da dietro il divano  spuntano due testoline e Louise dice "Questi due non li conosco" e il medico "Sono i miei figli, ma ora sono tuoi se li vuoi". Louise ha ritrovato il suo lavoro e la sua, da questo momento, sarà una vecchiaia  felice. Non più sola ma circondata dall'amore dei suoi grandi e piccoli bambini.
Immagine da http://www.biography.com/people/jane-wyman-245894

1 commento:

  1. forse l'ho visto, o forse lo confondo con uno un po' simile.....ci siamo riempite la gioventù con questi romanzoni......belli!

    RispondiElimina